Home Politica I centri sociali rompono con De Magistris. Autunno caldo a Palazzo San Giacomo

I centri sociali rompono con De Magistris. Autunno caldo a Palazzo San Giacomo

2 min read
0

di Umberto Russo

C’eravamo tanto amati.  E’ la storia di un amore finito che ha visto protagonisti il sindaco di Napoli Luigi De Magistris e Insurgencia Partenope Ribelle. Dopo una prima adesione al progetto DeMa, l’associazione che tra i fondatori annovera alcuni fedelissimi del primo cittadino di Napoli come Ivo Poggiani, Eleonora De Maio e Egidio Giordano, ha preso le distanze dal sindaco. Motivo dello strappo? Le posizioni divergenti sul caso Bagnoli. Il mondo variegato dei centri sociali non ha gradito la giravolta del sindaco arancione, che inizialmente aveva contestato il piano del Governo ma poi l’ha sottoscritto. Il prossimo 6 ottobre a Napoli ci sarà una grande assemblea promossa proprio da Partenope Ribelle che coinvolgerà una vasta rete di associazioni, comitati, coordinamenti di lotta con l’obiettivo di dare il via ad una discussione vera sul governo della Città, sulle prospettive e soprattutto per mettere in discussione i vincoli imposti dal governo nazionale e dagli organismi internazionali. “Il paese non si cambia sedendosi ai tavoli degli accordi, e men che mai si ricostruisce la sinistra provando a portare a casa qualche poltrona – ha dichiarato Giordano in una recente intervista – Serve rimettersi in viaggio, conoscere le infinite realtà mobilitate contro le ingiustizie, inchiestare i territori, unirsi concretamente alle infinite battaglie di cui questo paese per fortuna e’ ancora pieno”. Un messaggio chiaro, si legge tra le righe, a Luigi De Magistris.

articoli correlati
Altri articoli by Redazione
Altri articoli in Politica
Comments are closed.

Check Also

La morte di Vincenzo De Feo, da rampollo dei Contini a gola profonda

di Umberto Russo Era in carcere  dal 2009, Vincenzo De Feo, perché accusato di aver compiu…