Home Politica La rivoluzione di De Luca in Regione: Pd all’opposizione. Maggioranza a 26

La rivoluzione di De Luca in Regione: Pd all’opposizione. Maggioranza a 26

3 min read
0

 

di pasquale napolitano

Vincenzo De Luca studia il piano per liberarsi dal Pd in Consiglio regionale. L’obiettivo è arrivare a quota 26 consiglieri: la soglia minima per avere una maggioranza in Consiglio senza il sostegno del gruppo dei democratici. I rapporti tra il governatore della Campania e il partito (basta rileggere le dichiarazioni del coordinatore campano Assunta Tartaglione e del capogruppo in dei democratici in Regione Mario Casillo) sono ormai incrinati: il caso dell’ospedale di Nola ha riacceso lo scontro tra De Luca e Casillo. L’ex sindaco di Salerno è stufo dei ricatti dei consiglieri del Pd e starebbe verificando, con una serie di incontri riservati a Palazzo Santa Lucia, l’ipotesi di una nuova maggioranza in Regione Campania senza il sostegno del Pd. La missione è 26 consiglieri per spedire direttamente il Pd all’opposizione con Forza Italia. Un obiettivo che sarebbe a portata di mano per De Luca. Al momento la maggioranza deluchiana senza il Pd potrebbe contare sul gruppo di Scelta Civica 3 ( Enzo Alaia, Giovanni Zannini e Michele Schiano), De Luca presidente 5 ( Carmine De Pascale, Alfonso Longombardi, Luca Cascone, Carlo Iannace, Alfonso Piscitelli), Campania Libera 5 (Francesco Emilio Borrelli, Luigi Bosco, Tommaso Casillo, Aniello Fiore, Vincenzo Maraio) Udc 2 ( Maria Ricchiuti e Maurizio Petracca) Misto 1 ( Francesco Moxedano). Nel gruppo del Pd almeno 3 fedelissimi si sposterebbero: Tommaso Amabile, Franco Picarone e Antonietta Ciaramella. Si lavora su tre consiglieri di minoranza: Luciano Passariello (Fdi) che ha già votato alcuni provvedimenti assieme alla maggioranza, Pasquale Sommese (Ncd-Campania Popolare) che non ha firmato la mozione di sfiducia contro De Luca e Carmine Mocerino ( Caldoro Presidente) che rimarca una posizione autonoma rispetto alla linea di Cesaro jr e Caldoro. Numeri che potrebbero già bastare, considerando l’astensione nelle votazioni del presidente del Consiglio regionale Rosetta D’Amelio e qualche assenza pilotata. A De Luca interessa spazzare via il Pd dalle commissione dove molte volte i provvedimenti si arenano. E li i numeri per spedire i democratici in minoranza già ci sarebbero. L’operazione per liberarsi di Casillo e Tartaglione è decollata.

articoli correlati
Altri articoli by Redazione
Altri articoli in Politica
Comments are closed.

Check Also

Paura in spiaggia a Torre del Greco, si perde bimbo di 5 anni: denunciati i genitori

  Denunciati i genitori di un bimbo che questa mattina si è perduto in spiaggia a Tor…