Home Lifestyle Pubblicata la classifica 2016 delle Università italiane. Ecco chi sale e chi scende

Pubblicata la classifica 2016 delle Università italiane. Ecco chi sale e chi scende

2 min read
0
schermata-2017-01-02-alle-16-25-01

La qualità universitaria italiana continua ad abitare al Nord, da Verona a Trento, dal Politecnico di Milano a Bologna, e fra i poli non statali ripropone il solito terzetto di testa: la Luiss, però, supera di un’incollatura la Bocconi, che si piazza al secondo posto precedendo il San Raffaele.
Il Mezzogiorno continua invece a soffrire e occupa stabilmente gli ultimi scalini delle graduatorie, chiuse anche quest’anno dalla Parthenope di Napoli fra gli atenei statali e dalla Kore di Enna fra quelli non statali: anche a Sud, però, qualcosa si muove: Salerno consolida il proprio status di “eccezione territoriale”, e scala dieci posizioni passando dalla 26esima posizione del 2015 alla casella 16 e centrando il miglioramento più netto a livello nazionale, ma crescono anche le quotazioni di Foggia, che sale di cinque posizioni, di Messina, Campobasso e Lecce, tutte con un guadagno di quattro posti in classifica rispetto all’anno scorso, e del Politecnico di Bari, che di scalini ne guadagna tre. Al contrario viaggiano le università calabresi, con la Mediterranea che perde 7 posizioni (peggioramento più significativo a livello nazionale) e quella di Cosenza che ne lascia sul campo sei.

articoli correlati
Altri articoli by Redazione
Altri articoli in Lifestyle
Comments are closed.

Check Also

Bolzano, ragazzo di 17 anni ritrovato morto in casa

Un ragazzo di 17 anni e’ stato trovato morto in un garage a Bolzano, nei pressi dell…